Io lavoro in..

Continua

I contenuti sono stati aggiornati in base alla tipologia tua attività

In un mondo di social network, è impensabile che una struttura alberghiera non ne faccia uso. Sicuramente ci sono albergatori diffidenti, sicuramente ci sono albergatori che non hanno le necessarie conoscenze, pur consapevoli delle potenzialità delle proprie strutture.

Ma qual è il vantaggio più importante che un albergo può ottenere dall’utilizzo dei social network? Sicuramente quello di creare un rapporto di fedeltà tra struttura e ospiti.

Facebook, Instagram e gli altri social sono stati pensati per creare interazioni e conversazioni. Questi strumenti sono una grande opportunità per promuovere la struttura e per far sapere quello che vi si fa.

È necessario essere costantemente collegati con i propri futuri ospiti e anche con quelli che lo sono già stati, così da creare un processo di fidelizzazione. Per questo è importante creare un dialogo. Come? Magari rispondendo ad una domanda e fornendo informazioni utili e curiose sulla struttura o sul territorio.

Si fornirà una immagine di grande professionalità e di particolare attenzione e cura verso gli ospiti, che oggi come non mai apprezzano vedersi in una pagina Facebook o Instagram.

Bisogna evitare di commettere errori, per esempio utilizzando i social per promozioni commerciali – che spesso annoiano gli utenti o utilizzando lo stesso linguaggio per tutte le tipologie di clienti – un cliente business è diverso da un turista.

I social sono ormai diventati un importante strumento per farsi conoscere, per far conoscere il proprio brand e i propri servizi: un video, una foto dello staff durante il servizio, il back stage di un evento attirano l’attenzione molto più di una allettante offerta promozionale.

Trivago ha stilato persino la classifica dei cinque hotel più social del mondo, strutture che invitano gli ospiti ad essere ancora più attivi durante il loro soggiorno. Per ordinare qualcosa al Sol Wave House di Maiorca, in Spagna, ad esempio, è obbligatorio postare su Twitter. Al 1888 Hotel, di Sidney, in Australia, c'è un angolo, chiamato "selfie space", dove potersi fotografare e condividere il proprio scatto su Instagram.